Amministrative 2017, Sottanelli:
Amministrative 2017, Sottanelli: "Abruzzo Civico si conferma l'unico vero movimento civico regionale"

"Siamo nati con le regionali del 2014 e dopo aver partecipato in questi anni a elezioni a livello comunale e provinciale eleggendo ovunque nostri rappresentanti possiamo dire con orgoglio che in queste amministrative 2017 Abruzzo Civico si conferma l’unico vero movimento civico regionale abruzzese". Così commenta i risultati delle elezioni amministrative l'onorevole Giulio Sottanelli, deputato e presidente di Abruzzo Civico. 

Con le nostre liste abbiamo partecipato a questa tornata nei Comuni più importanti della regione – L’Aquila, Avezzano, Martinsicuro, Ortona, Spoltore e Tortoreto – ottenendo in media ben oltre il 5% dei consensi, superando in alcuni territori anche il 20% come a Tortoreto, dove abbiamo corso con un nostro candidato sindaco. Anche in Abruzzo, come sta avvenendo in tutta Italia, c’è un apprezzamento crescente per le realtà civiche come la nostra che vanno oltre il ruolo dei partiti nazionali come Pd, Movimento Cinque Stelle e Forza Italia.

Siamo molto orgogliosi di poter interpretare in Abruzzo questa tendenza con una rete civica riconoscibile con una propria identità, organizzata a livello regionale e nelle quatto province, che ormai è ovunque determinante col proprio peso nelle coalizioni civiche o di centrosinistra. Certamente in un sistema tripolare come quello attuale il nostro peso politico continuerà ad essere determinante per decidere il destino delle città abruzzesi e del prossimo governo regionale. La nostra porta è aperta ad accogliere tutti i movimenti civici presenti in Abruzzo che condividono la nostra carta dei valori, cogliendo l’opportunità di entrare nell’unico progetto civico regionale che ha rappresentanti nei valori livelli istituzionali per avere insieme la forza di portare avanti progetti e battaglie nei rispettivi territori”.

Gli fa eco il Coordinatore Regionale Gianluca Pomante, che pone in evidenza, percentuali, alleanze e mancati accordi.

“Le nostre alleanze sono state per la maggior parte con coalizioni di centrosinistra – come a L’Aquila e Avezzano – questo è stato possibile in quei territori nei quali il Partito democratico si è dimostrato leale, trasparente e consapevole del nostro apporto” spiegano Sottanelli e Pomante “in altri territori non è stato possibile questo dialogo con i democratici e quindi abbiamo scelto di correre con nostri candidati formando coalizioni civiche. A Martinsicuro grazie al nostro 8% (7.99%) la candidatura di Massimo Vagnoni ha sfiorato l’impresa di vincere al primo turno, a Ortona abbiamo superato il 5% contribuendo al grande risultato di Giorgio Marchegiano che con la sua candidatura civica ha rotto gli schemi dando vita a una sfida al ballottaggio inedita e fuori dai partiti tradizionali. A L’Aquila e Avezzano, rispettivamente con il 3,6% e il 4,4%, abbiamo dato il nostro contributo a Americo Di Benedetto e Gianni Di Pangrazio per farli arrivare al ballottaggio con ottimi numeri che siamo certi gli elettori confermeranno al secondo turno”.